Tutto ciò che c’è da sapere sugli pneumatici invernali

0
37
pneumatico

Gli esperti dell’automobilismo, ma anche i meno avvezzi, devono avere un’infarinatura minima riguardo le componenti della vettura e la loro manutenzione, al fine di tenere il veicolo nelle condizioni adeguate ad affrontare la strada. Tra gli elementi più importanti nelle automobili ci sono, ovviamente, gli pneumatici, essendo l’unica parte del veicolo a toccare materialmente l’asfalto.

Ne esistono di tipologie diverse, a seconda delle esigenze dell’automobilista e del periodo in cui vengono montate. Quando si parla di pneumatici invernali, infatti, ci si riferisce a delle gomme diverse da quelle estive, sia per caratteristiche che per comportamento in strada. Essi sono più morbidi rispetto a quelli estivi, venendo costruiti con una maggiore percentuale di gomma naturale, in grado di garantire una maggiore tenuta di strada in condizioni di scarsa aderenza e a basse temperature.

Le gomme invernali sono la soluzione ideale, come il nome stesso suggerisce, per affrontare i mesi più freddi in sicurezza, rivelandosi la soluzione migliore quando ci sono temperature inferiori ai 7°. Le gomme estive, infatti, tendono ad indurirsi quando le temperature scendono al di sotto del valore indicato, perdendo in termini di aderenza. In quest’articolo andremo a scoprire tutte le info utili riguardanti gli pneumatici invernali.

Obbligo di montaggio gomme invernali: quando scatta?

Secondo la normativa vigente, stabilita dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nella Direttiva Ministeriale del 16 gennaio 2013, gli pneumatici invernali vanno utilizzati, per legge, dal 15 novembre al 15 aprile, eccetto per quanto riguarda la Val d’Aosta e alcune regioni del Sud, in cui le date variano a causa del clima medio differente. Attraverso la normativa, l’ente proprietario della strada può prescrivere che i veicoli presentino mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali che rendano possibile marciare su neve e ghiaccio senza incorrere in problematiche di sorta.

Le gomme invernali vanno installate per diverse ragioni che trascendono gli obblighi istituzionali. Far sì che la propria sia una vettura sicura, infatti, dovrebbe essere la prerogativa di ogni automobilista, al fine di incorrere in spiacevoli sanzioni, ma anche in rischi più gravi e fattuali, come mettere a repentaglio la propria incolumità, quella dei propri passeggeri e degli altri automobilisti. Inoltre, se non si trova una soluzione per affrontare l’inverno, specie nei mesi più gelidi, si correrà il rischio di non poter utilizzare la vettura. Occhio, dunque, a tutti questi importantissimi particolari e, soprattutto, alla normativa regionale vigente nella propria zona.

Come risparmiare sull’acquisto di pneumatici invernali

Sono diversi i metodi con cui si può tentare di risparmiare una piccola o più notevole somma di denaro sull’acquisto degli pneumatici invernali. Ovviamente, non bisognerà farsi sempre distogliere dal prezzo conveniente, perché, talvolta, potrebbe celare delle insidie. Soprattutto quando si punta al risparmio, quindi, bisognerebbe rivolgersi a realtà esperte di settore.

Al di là di questo, la prima cosa che si può pensare di fare quando si programma un risparmio sull’acquisto di pneumatici da neve è quello di acquistarli di seconda mano. È possibile, infatti, rivolgersi a dei centri adibiti alla vendita di gomme invernali usate che, a fronte di un prezzo ridotto, saranno comunque in grado di offrirvi un prodotto di qualità e, nella maggior parte dei casi, in condizioni ottimali e solo lievemente usurato.

Un altro metodo spesso efficace per poter risparmiare sull’acquisto di pneumatici invernali è quello di farlo fuori stagione. In inverno, del resto, la domanda aumenta e, con essa, gli ordini dei fornitori. Acquistando le gomme invernali d’estate, magari, si potrà puntare a fondi di magazzino che andranno smaltiti in un modo o nell’altro e che, di fatto, potrebbero rappresentare la migliore soluzione per molti automobilisti.