Guidare una “supercar” su pista: cosa c’è da sapere su questi servizi

0
720
porsche-911

Mettersi alla guida di Ferrari, Lamborghini e altre meravigliose auto è un sogno condiviso da tantissime persone, sogno che oggi può essere realizzato da chiunque grazie ai servizi messi a disposizione da società specializzate.

È sufficiente una semplice ricerca su Internet, oppure visionare le diverse possibilità tra i “cofanetti” di regali esperienziali, per rendersi conto di come questi servizi siano diffusi, ma come funzionano esattamente? Che cosa c’è da sapere a riguardo? In quest’articolo lo andremo a scoprire, rispondendo ad alcune domande cruciali.

Come operano le aziende specializzate?

Partiamo dalla domanda di fondo: come operano le aziende che operano in questo settore? Si tratta di società che dispongono di un parco auto piuttosto corposo, composto esclusivamente da “supercar”, le quali vengono messe a disposizione dei clienti nell’ambito di diversi appuntamenti organizzati presso i vari autodromi.

Una realtà i cui servizi coprono l’intero territorio nazionale è We Can Race, società che organizza i suoi eventi in tutta Italia, da Nord a Sud comprese le Isole, e che consente dunque ai propri clienti di vivere l’esperienza presso l’autodromo più vicino, o comunque in quello che si predilige.

Quest’aspetto merita di essere sottolineato, perché molte persone incuriosite ed allettate da questa possibilità si chiedono se sia indispensabile viaggiare per poter vivere l’esperienza.

Come si prenota il servizio?

La prenotazione del servizio può essere effettuata comodamente online, proprio come si usa fare per l’acquisto di prodotti fisici attraverso e-commerce.

Anzitutto, è bene definire l’autodromo presso cui si vuol vivere la guida: immaginando di far riferimento alla società We Can Race e di voler guidare una supercar presso il celebre Autodromo di Vallelunga, in provincia di Roma, si farà riferimento alla pagina web del sito Internet ufficiale che consente appunto di acquistare un giro in pista a Vallelunga.

In questo modo sarà possibile scoprire quando sono previsti i prossimi eventi presso l’autodromo in questione, fermo restando che in caso di acquisto, sia esso per sé stessi o per qualcun altro, il servizio può essere fruito con flessibilità nell’arco di ben 2 anni.

Quali requisiti occorrono per vivere quest’esperienza?

Tantissime persone, dinanzi alla possibilità di vivere quest’esperienza, si scoraggiano credendo che sia necessario essere dei piloti o quantomeno aver già condotto delle auto di grossa cilindrata, ma in realtà non è affatto così.

L’unico requisito che viene richiesto per guidare una supercar su pista, infatti, è essere in possesso di una semplice patente B in corso di validità.

Come viene garantita la dovuta sicurezza?

Abbiamo appena detto che per guidare una Ferrari o un’auto di analogo livello è sufficiente avere una patente B, ma come la mettiamo con la sicurezza?

Le migliori aziende del settore adottano tutte le misure del caso affinché i clienti possano sentirsi assolutamente tranquilli anche laddove non siano mai entrati in una supercar, neppure da passeggeri.

Anzitutto, prima di effettuare la guida si tiene un briefing ad opera di professionisti, in cui vengono illustrate delle indicazioni preziose e delle norme comportamentali da rispettare, inoltre a bordo si è sempre affiancati da un istruttore, pronto ad impartire consigli e ad intervenire per qualsiasi necessità.

Le auto messe a disposizione dei clienti sono oggetto di una manutenzione scrupolosa e costante, l’intera guida è coperta da rigorose polizze assicurative, sia per quel che riguarda la Responsabilità Civile che eventuali danni causati allo stesso veicolo, inoltre, cosa importantissima, la guida viene effettuata godendo del circuito in maniera esclusiva, dunque senza che vi siano altre auto circolanti.

Quali servizi sono inclusi nell’esperienza?

È interessante sottolineare che chi acquista l’esperienza non si limita all’effettuazione della guida, ma si assicura al contempo una serie di servizi inclusi nel “pacchetto”.

Al momento dell’acquisto, dunque, è una buona regola quella di consultarli in maniera completa, in modo da avere un quadro completo di quanto spetta, senza dimenticare che altri servizi possono essere aggiunti a pagamento, in maniera opzionale.

Tra i servizi gratuiti più consueti è possibile menzionare l’accesso al Pit-lane, ovvero la celebre area dell’autodromo dedicata esclusivamente ai piloti e agli staff, dei rinfreschi con snack e bevande e la consegna di gadget e di un attestato finale, destinato a rivelarsi un gradito ricordo materiale dell’esperienza vissuta.