La Lamborghini Marzal è una concept car presentata per la prima volta da Lamborghini al Salone di Ginevra del 1967 . [1]

Progettato da Marcello Gandini di Bertone , è stato creato per fornire a Ferruccio Lamborghini una vera macchina a quattro posti per la sua formazione che comprendeva già il 400GT 2 + 2 e il Miura . [1] Si distingueva per le porte a gulwing ampiamente vetrate e un lunotto altrettanto largo. La propulsione era di un motore a sei cilindri in linea da 2 L 175 CV (130 kW), in realtà una versione divisa in due parti della 4L V12 Lamborghini , abbinata a una trasmissione a cinque velocità.

Il Marzal rimase un pezzo unico, [2] anche se la forma generale e molte delle idee sarebbero state in seguito utilizzate nella Lamborghini Espada . Il design Marzal ha probabilmente trovato un riconoscimento più ampio come modello pressofuso, con Dinky Toys e Matchbox che realizzano modelli in scala, anche se in altri colori come l‘ arancione , nonostante la vettura originale sia verniciata in argento. Questa vettura è stata guidata pubblicamente solo una volta, dalla Principessa Grace e suo marito, come la monoposto di Monaco Grand Prix nello stesso anno in cui è stata progettata.

Il Marzal fece una seconda apparizione pubblica al Concours Italiano di Monterey, in California, in onore della Carrozzeria Bertone . La Lamborghini Athon è stata anche esposta in questo momento. Il Marzal è stato collocato per lungo tempo nel Bertone Design Study Museum, ed è stato venduto all’asta a Villa d’Este (Italia) il 21 maggio 2011, per l’offerta più alta di 1.350.000 euro, circa 2 milioni di dollari.

Riferimenti

  1. ^ Salta su:b Breeze, Joe (5 dicembre 2011). „Concetti classici: Lamborghini Marzal del 1967“ . Driver classico . Estratto il 26 gennaio 2017 .
  2. Salta su^ „Lamborghini una tantum all’asta“ . Top Gear . 1 aprile 2011 . Estratto il 26 gennaio 2017 .