L‘ Alfa Romeo Diva è una concept car della casa automobilistica italiana Alfa Romeo. L’auto fu presentata per la prima volta al Salone di Ginevra nel 2006. [2] L’auto fu sviluppata attraverso una collaborazione tra il Centro Stile Alfa Romeo, il centro di ricerca del Gruppo Fiat Elasis e la scuola di design Espera guidata da Franco Sbarro . [3] Il design della vettura risale all’icona Alfa Romeo 33 Stradale , facendo uso delle porte a farfalla . Sebbene l’auto abbia la caratteristica Alfa-nose, il naso è molto simile a una macchina di Formula 1. L’auto è costruita su un telaio pesantemente modificato da un Alfa Romeo 159e un Busso V6 da 3.2 litri 290 CV (216 kW, 294 CV) montato trasversalmente . L’auto ha una velocità massima di 270 km / h (168 mph) e può accelerare da zero a 100 km / h (62 mph) in cinque secondi. [4]

Riferimenti

  1. Salta su^ „Sbarro Espera Diva, 2006“ . sbarro.perso.neuf.fr . Estratto il 2012-06-06 .
  2. ^ Salta a:f „Alfa Romeo Diva Concept“ . ultimatecarpage.com . Retrieved il 2009-10-02 .
  3. Salta su^ „27.04.2006 il laboratorio mobile di Alfa Diva costruito da Elasis è stato uno dei grandi protagonisti di Villa d’Este“ . italiaspeed.com . Retrieved il 2009-10-02 .
  4. Salta su^ „04.04.2006“ L’Alfa Diva „, sviluppato da Elasis e dai suoi partner“ . italiaspeed.com/2006/cars . Archiviato dall’originale il 2 novembre 2009 . Retrieved il 2009-10-02 .